La piastra per capelli può essere il miglior alleato del tuo look, ecco una guida per scegliere la migliore!

Le piastre vengono comunemente utilizzate per ottenere capelli lucidi e lisci. In realtà si
tratta di un prodotto multiuso, perché non solo liscia i capelli ma può essere anche
utilizzata per arricciarli. Ma quale acquistare? Ci sono ormai piastre di diverse dimensioni,
materiali e forme, che confusione! È molto importante scegliere quella giusta, altrimenti i
capelli potrebbero danneggiarsi definitivamente.

Vuoi scoprire qual è la piastra più adatta alla tua tipologia di capello? Continua a leggere
questo articolo e ti sveleremo tutti i nostri segreti.

Ad ogni capello la sua piastra: 4 tipologie di trattamenti tra cui scegliere

Piastre per capelli fini 

I capelli sottili si danneggiano facilmente, quindi la prima regola è quella di evitare le piastre per capelli che non permettono di selezionare la temperatura manualmente. Una piastra con un’impostazione manuale ti permetterà di controllare il calore, così da evitare che i capelli possano bruciarsi. Inoltre, avendo i capelli lisci, non avrai bisogno di alte temperature perché basterà ben poco per ottenere un effetto super lucente! La migliore scelta è quella della piastra in ceramica, perché riduce l’effetto crespo restituendo un liscio naturale.

Le piastre in ceramica, inoltre, distribuiscono il calore in maniera uniforme, trattenendolo e controllando a lungo grazie alle caratteristiche del materiale utilizzato.

Piastra in ceramica e tormalina con infrarossi

Piastra per capelli spessi 

Per capelli spessi, si ha bisogno di temperature più elevate, in modo da ottenere l’effetto liscio con massimo due passate. Se si imposta una temperatura bassa, bisognerà ripetere l’operazione più volte sulla stessa porzione di capello e questo aumenterà la possibilità di danneggiare le cuticole. La piastra ideale è quella in titanio, in quanto si riscalda rapidamente e mantiene il calore costante.

Grazie a queste caratteristiche, la piastra riesce a dare l’effetto liscio molto più facilmente. Non è infatti necessario passare più volte sulla stessa ciocca, così da ridurre al minimo i danni.

Piastra per capelli in titano con ioni negativi

Piastra per capelli ricci 

I capelli ricci sono quelli più difficile da domare e da lisciare, a causa dell’effetto crespo che è sempre dietro l’angolo! Per semplificarti la vita, è necessario investire in una piastra con una dimensione più larga poiché ha una maggiore presa e liscia porzioni di capello più grandi tutte in una volta. Tutto questo quindi ridurrà tantissimo il tempo che dedichi quotidianamente al tuo hair styling!

Le piastre in tomalina sono particolarmente indicate per chi ha i capelli ricci e crespi, in quanto sono le più efficaci anche a basse temperature. Anche la ceramica può andare bene per questo lavoro, senza che i tuoi capelli ne escano disidratati.

Piastra per capelli in ceramica e tormalina

Piastra per capelli danneggiati 

Ebbene, la migliore piastra per capelli danneggiati non è affatto una piastra. Ma se proprio ti trovi di fronte a questa scelta, quella migliore che puoi fare è scegliere una piastra con più impostazioni di calore, in modo da evitare di esporre i tuoi capelli a temperature estreme che portano a danneggiare ulteriormente la chioma. Una piastra con i bordi arrotondati poi, eviterà la caduta dei capelli e i doppi nodi. L’unica accortezza che è necessario avere è quella di non dimenticare un protettore termico.

Le piastre con spazzola calda rappresentano la soluzione migliore, poiché distribuiscono il calore in modo uniforme e danno una finitura liscia ed elegante. Basta accenderla e spazzolare i capelli normalmente: è semplicissimo!

Se stai scegliendo una piastra, scegline una in titanio che utilizza la tecnologia ionica per non danneggiare le cuticole mentre si lisciano i capelli, donando una lucentezza extra e zero crespo.